QUALITÀ PERCEPITA

MATto è particolarmente attenta al tema della qualità percepita e della sensorialità dei materiali e supporta, con un taglio scientifico, la progettazione delle caratteristiche soft/invisibili del progetto, dal “touch” di una superficie al suono che caratterizza il prodotto.

In MATto i materiali sono descritti anche a partire dalle loro caratteristiche tattili, visive, sonore e olfattive. I materiali, infatti, hanno un peso riconosciuto nel progetto, ne supportano la funzionalità tecnica e contemporaneamente ne creano la personalità.

QUALITÀ PERCEPITA

MATto è particolarmente attenta al tema della qualità percepita e della sensorialità dei materiali e supporta, con un taglio scientifico, la progettazione delle caratteristiche soft/invisibili del progetto, dal “touch” di una superficie al suono che caratterizza il prodotto.

In MATto i materiali sono descritti anche a partire dalle loro caratteristiche tattili, visive, sonore e olfattive. I materiali, infatti, hanno un peso riconosciuto nel progetto, ne supportano la funzionalità tecnica e contemporaneamente ne creano la personalità.

CHE COSA POSSIAMO FARE PER VOI

SUONO

“Sono un produttore di cosmetici di lusso. La mia rete commerciale mi riferisce che il packaging della mia crema di punta è percepito con un suono “cheap”. Come posso migliorare?”

TATTO

“Sono un produttore di snack. Vorrei che la confezione dei miei prodotti facesse percepire la croccantezza del mio prodotto prima ancora di averlo assaggiato. Come si può fare?”

OLFATTO

“Sono un produttore di interni auto. Per una nuova concept car completamente eco-friendly vorrei che i materiali degli interni comunicassero olfattivamente la natura sostenibile del prodotto al cliente. Mi potere aiutare?”

SUONO

“Sono un produttore di cosmetici di lusso. La mia rete commerciale mi riferisce che il packaging della mia crema di punta è percepito con un suono “cheap”. Come posso migliorare?”

TATTO

“Sono un produttore di snack. Vorrei che la confezione dei miei prodotti facesse percepire la croccantezza del mio prodotto prima ancora di averlo assaggiato. Come si può fare?”

OLFATTO

“Sono un produttore di interni auto. Per una nuova concept car completamente eco-friendly vorrei che i materiali degli interni comunicassero olfattivamente la natura sostenibile del prodotto al cliente. Mi potere aiutare?”

STRUMENTI

Grazie all’utilizzo di strumenti utilizzati nel campo dell’analisi della qualità percepita è possibile indagare le qualità sensoriali di materiali e prodotti.

Alcuni degli strumenti utilizzati a questo scopo sono:

  • Eye-tracking machine tecnologia che consente di analizzare i movimenti oculari che l’utente compie ad esempio durante l’esplorazione di un sito web
  • Sensotact® strumento per la descrizione delle qualità tattili dei materiali attraverso campioni e scale di valori di riferimento
  • SounBe strumento per la valutazione qualitativa dei suoni dei materiali che consente di progettare il suono di prodotti

METODOLOGIA

Una metodologia rigorosa e sempre più precisa è impiegata a supporto della valutazione delle qualità sensoriali di materiali e artefatti.

Grazie alle valutazioni ottenute da panel di “degustatori” di materiali, è definito un vocabolario sensoriale che MATto utilizza per definire e catalogare materiali appartenenti a differenti famiglie materiche e caratterizzati da differenti forme di presentazione.

RICERCHE CONDOTTE SULLA SENSORIALITÀ DEI MATERIALI

Sono molte le ricerche, sia di base, sia applicate, condotte fino ad oggi nell’ambito della sensorialità dei materiali in svariati settori produttivi, a livello nazionale e internazionale.

Rispetto ai diversi sensi maggiormente indagati, ecco alcuni dei settori nei quali abbiamo lavorato, ma non vediamo l’ora di indagarne di nuovi.

VISITARE LA MATERIOTECA

Per visitare l’archivio di materiali, venite a trovarci nella nostra sede di Mirafiori. L’archivio viene aperto tramite differenti servizi, con il supporto dei ricercatori MATto, previo appuntamento. Se siete curiosi di conoscerci, venite a trovarci per un caffè al prossimo MATERIALS & COFFEE!

Ultime news

Dalla linea al cerchio: una nuova ottica circolare

Il modello di crescita economica fino ad ora adottato si basa sul concetto del "tempo preso in prestito”. Un'ottica che vede il prendere, produrre e buttare come motto da perseguire per ottenere vantaggi economici. Un sempre più crescente sistema di estrazione di...

MATto per Terra Madre: 5 mesi di eventi dedicati alla ricerca intorno al cibo

6 webinar online aperti a tutti e 3 seminari per le aziende del territorio da dicembre 2020 ad aprile 2021. Ecco il ricco calendario di eventi frutto della collaborazione tra MATto e Terra Madre Salone del Gusto 2020, resa possibile dalla sinergia tra Politecnico di...

Design per l’imperfezione: il difetto che rompe le regole

Il termine perfezione deriva da perfecto, participio passato del verbo latino perfìcere, compiere. Un modello perfetto ha raggiunto il suo grado massimo di compimento, è “eccellente, esento da difetti, non suscettibile a miglioramenti”...

Dalla linea al cerchio: una nuova ottica circolare

Il modello di crescita economica fino ad ora adottato si basa sul concetto del "tempo preso in prestito”. Un'ottica che vede il prendere, produrre e buttare come motto da perseguire per ottenere vantaggi economici. Un sempre più crescente sistema di estrazione di...

MATto per Terra Madre: 5 mesi di eventi dedicati alla ricerca intorno al cibo

6 webinar online aperti a tutti e 3 seminari per le aziende del territorio da dicembre 2020 ad aprile 2021. Ecco il ricco calendario di eventi frutto della collaborazione tra MATto e Terra Madre Salone del Gusto 2020, resa possibile dalla sinergia tra Politecnico di...

Design per l’imperfezione: il difetto che rompe le regole

Il termine perfezione deriva da perfecto, participio passato del verbo latino perfìcere, compiere. Un modello perfetto ha raggiunto il suo grado massimo di compimento, è “eccellente, esento da difetti, non suscettibile a miglioramenti”...
  |     |     |